Cotechino con le lenticchie

Tipico piatto da cenone di capodanno.

Nonché uno dei miei preferiti, parliamoci chiaro, il gusto burroso, sugnoso del cotechino tenero come una vellutata. A chi non piace l’esplosione di sapore che si ha quando lo si mangia?

Chi lo accompagna con una fonduta di formaggi, chi con la polenta – magari piastrata – forse l’accostamento più classico è con le lenticchie.

Se col cotechino è difficile sbagliare, visto i prodotti che si trovano facilmente in commercio e che garantiscono bene o male risultati omogenei al di la della marca scelta, con le lenticchie la storia è diversa.

La zuppa di lenticchie che piace a me deve rispettare un paio di punti fermi:

  • Cremosa, non a caso la chiamo zuppa, e non insalata. Non secca ne brodosa, cremosa.
  • Deve essere gustosa, ma deve accompagnare il cotechino, il sapore non deve coprire quello della carne, è per questo che nel brodo vegetale non metto sale, preferisco regolare durante la cottura della zuppa.

Le lenticchie vanno immerse in acqua fredda per almeno un paio d’ore, e l’acqua va cambiata durante l’attesa.

Nel frattempo preparo un brodo vegetale.

Passata questa fase, si scolano, si risciacquano sotto l’acqua corrente, e si tengono da parte.

Preparo una pentola piena di acqua fredda e ci inserisco il cotechino, dentro la sua confezione, metto sul fuoco e me lo dimentico per un po’.

In un tegame metto un po’ d’olio ed una noce di burro, e metto sul fuoco a fiamma bassissima, per far sciogliere il burro senza farlo friggere.

Nel frattempo trito finemente un fondo di carote, sedano e cipolla rossa.

Butto il fondo nel tegame ed alzo la fiamma, per iniziare a soffriggere. Quando questo è pronto unisco le lenticchie sciacquate e scolate, salto a fiamma vivace per un minuto scarso e poi ricopro con il brodo; nel frattempo l’acqua nella pentola dovrebbe aver già iniziato a bollire, da quel momento calcolo 20 minuti per la cottura del cotechino (è sufficiente seguire le istruzioni sulla confezione, in ogni caso).

Quando riprende il bollore aggiungo un filo di passata di pomodoro, aggiusto di sale e di pepe, e faccio sobbollire a fiamma bassa fino a cottura completata, aggiungendo brodo quando questo viene assorbito.

A me piace che le lenticchie siano molto morbide, quasi sfatte, quindi cuocio per almeno 40 minuti, in realtà in 30 minuti la cottura è completa, ma sono scelte personali.

Quando la cottura delle lenticchie è quasi ultimata inizio a regolare col brodo la cremosità della zuppa.

Cotto il cotechino taglio un angolo della busta, scolo i liquidi di cottura, e lo metto su un tagliere; con pinza e coltello tolgo la pelle e lo affetto, preparo un letto con la zuppa di lenticchie e sopra ci poggio le fette di cotechino.

Buon appetito!

Cotechino-1

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *